Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

  • slide09

Direzione e coordinamento percorsi formativi musica

Formazione
Edda Silvestri ha compiuto gli studi al Conservatorio di Napoli diplomandosi in flauto traverso (1973) all’età di 18 anni con il M° Ferdinando Staiano. Si è perfezionata con Jean Claude Masi e Conrad Klemm. Contemporaneamente ha studiato Composizione con il M° Bruno Mazzotta e Percussioni con il M° Antonio Bonomo. Nel 1973 vince il Primo Premio al Concorso Nazionale Musicisti di Roma. Dal 1974 è docente di flauto: ha insegnato presso i Conservatori di Campobasso e Frosinone. Dal 1990 è titolare di cattedra al Conservatorio Santa Cecilia.

Attività di Direttore
Nel Conservatorio romano ha ricoperto l’incarico di Vice Direttore a partire dall’ottobre 2005. E’ stata Vice Commissario del Conservatorio dal 28 settembre 2006 al 9 ottobre 2007, con funzioni di direzione del Conservatorio, ai sensi dell’art. 6 del D.P.R. 132 del 2003. E’ stata Direttore per il triennio 2007/2010, alla scadenza del quale è stata riconfermata per un ulteriore mandato fino al 2013. Nei due mandati avuti a disposizione Edda Silvestri ha concentrato la propria azione sul primario obiettivo di restituire al Conservatorio ruolo, centralità e funzioni proprie della più grande istituzione formativa musicale d’Italia, ottenendo importanti risultati sotto molteplici profili: riqualificazione della docenza, ricollocazione del Conservatorio nel panorama produttivo nazionale e internazionale, ridefinizione di rapporti qualificati con le altre Istituzioni del settore, riqualificazione di sede e parco strumentale in dotazione al Conservatorio. Più in dettaglio:

Didattica
Ha attivato nuovi bienni con caratteristiche di apertura alle nuove professioni e di alto profilo qualitativo, riqualificando i piani di studio e ampliando l’offerta di seminari e masterclass. Il riconoscimento di quest’opera è testimoniato dai 1600 studenti provenienti da tutte le regioni italiane e da 43 diverse nazioni.

Produzione artistica
Il Conservatorio di Santa Cecilia produce oggi oltre ottanta di concerti l’anno aperti gratuitamente alla cittadinanza. Tra questi, alcuni sono unanimamente riconosciuti come eventi di caratura internazionale: fiori all’occhiello sono certamente l’Emufest – nato da un’idea di Edda Silvestri, è da sempre tra i più importanti appuntamenti al mondo di musica elettronica: giunto quest’anno alla quinta edizione, nel corso della sua esistenza ha ricevuto opere di 1300 autori di ogni continente – e Percorsi Jazz – giunto alla sesta edizione, propone il meglio del concertismo jazzistico internazionale. Da non dimenticare anche il Festival di Musica antica (tre edizioni), il SaxFest (tre edizioni), il Concorso di Composizione, il Concorso di Chitarra e il Concorso di Fisarmonica.

Convenzioni e accordi raggiunti con Enti e Istituzioni nazionali e internazionali
Tokio – Conservatorio di Tokio (Giappone), Conservatorio Centrale di Pechino e Associazione dei Conservatori del Guangdong (Cina), Conservatorio del Kazakistan, SeowonUniversity (Corea), Conservatorio di Milano.

Teatro dell’Opera di Roma, Auditorium Parco della Musica, Filarmonica Romana.
Restauro organo

È stato effettuato il restauro del grande organo monumentale Walker-Tamburini della Sala Accademica (€ 250.000 di intervento, sette mesi di lavoro). Una volta effettuato, è adesso alla prima edizione il festival “Un organo per Roma”, in collaborazione con l’Accademia Filarmonica Romana, l’Accademia di Santa Cecilia, la Camerata Italica.

Sviluppo e ricerca
Si è proceduto ad un sistematico piano di interventi che ha portato alla sonorizzazione della Sala Accademica e alla costruzione di un laboratorio di ricerca per lo studio sulla spazializzazione del suono (€ 130.000 di investimenti in conto capitale). È stato portato a compimento un piano pluriennale di acquisti dal 2007 al 2013, con investimenti pari a € 230.000 nel triennio 2009/2012 per il rinnovo del parco strumentale. Interventi di consolidamento statico della sede e riqualificazione della Sala Accademica con investimenti di € 500.000.

Ampliamento della sede
Attraverso un’opera continua di sollecitazione delle Istituzioni politiche e del Territorio, durata tre anni (2010/2013), il Conservatorio di Santa Cecilia ha ottenuto dal Ministero della Difesa il passaggio demaniale del complesso di Santa Andrea delle Fratte, ex convento, ex caserma Reali Equipaggi, ex sede del V Reparto dello Stato Maggiore. Si tratta di mq 1400 che saranno adibiti ad aule e sale prove, a soli m. 700 di distanza dalla storica sede di Via dei Greci.

Esperienze artistico – professionali
Concerti nella duplice veste di flautista e di percussionista nell’Ensemble Tempo di Percussione, - uno dei primi gruppi europei formato da soli strumenti a percussione, dal 1970 al 1980. Contemporaneamente e fino alla fine degli anni‘90, ha svolto un’intensa attività concertistica esplorando un vastissimo repertorio, dalla musica Barocca all’avanguardia del ‘900. E’ stata artista ospite di Enti, Festival e manifestazioni di rilevanza internazionale. A partire dagli anni‘90 ha approfondito lo studio della musica contemporanea e si è dedicata al repertorio solistico dei diversi tipi di flauto: flauto in do, flauto in sol e flauto basso. Ha partecipato tra l’altro alle seguenti manifestazioni e concerti, tutti per flauto solo:

• Stagione Concertistica Assessorato alla Cultura di Torino
• A.g.i.m.u.s “Gli estremismi dello strumento oltre la musica”
• IV Edizione Anzio Festival
• Euromusica “Ricerca dei volumi del suono-autori norvegesi”
• 28° Festival di Nuova Consonanza
• XII Edizione Festival Musica Contemporanea
• Mediterranea Musica “I concerti del Tridente” (vari concerti)
• IX Festival di Musica Contemporanea
• Incontri con la musica del ‘900 musiche di autori francesi e italiani
• 4° Atelier ‘92
• Festival Internacional “Musica De Verao”
• Festival Musicale delle Nazioni
• Novecento Festival
• Teatro dei Satiri - Progetto Microcosmo
• Ambasciata Finlandese “Il flauto produttore di percussioni e melodie”
• Nuovi Spazi Musicali
• Teatro Ghione “Gli estremismi dello strumento oltre la musica”
• Amici della Musica “Tre flauti imitano la voce – autori francesi”
• Rive-Gaiche “autori contemporanei Italiani”
• Nuove Forme Sonore “Progetto Musica autori Giapponesi”

In occasione del Seminario “Controlli non distruttivi e metodologie diagnostiche applicate al restauro” (1992) ha eseguito il Concerto di chiusura con il Flauto di cristallo di Claude Laurent (1841) presso il museo degli strumenti musicali di Roma interpretando repertorio del Settecento e composizioni originali scritte per l’evento. E’ stata protagonista della prima esecuzione del concerto per Flauto solo (in do, in sol e basso) e Orchestra del compositore Rosario Mirigliano(1993).

E’ stata consulente musicale e artistica per vari enti e trasmissioni televisive; si ricordano alcuni titoli: “C’era una volta la Russia” (10 puntate sulla storia della Russia per Rai uno); film istituzionale “LUISS” Guido Carli; spot “CAMPAGNA VACCINAZIONI” per Ministero della Salute; spot “ALITALIA-UNICEF” testimonial Francesco Totti; programma “IL PAESE DEL BEL CANTO” (10 puntate sui maggiori teatri lirici italiani per Rai International). Ha sviluppato, inoltre, una solida esperienza organizzativa a supporto di numerose attività imprenditoriali, collaborando, tra l’altro, con la Warner Bros.