Accademia Internazionale per l’Alta Formazione nella Musica e nelle Arti dello Spettacolo

“AIMART, sembra voglia alludere al concetto di amore per l’arte; ad un luogo dove possano ritrovarsi coloro che amano il contenuto più intimo e incontaminato di questa parola.”

Un vocabolo, arte, di cui facilmente si abusa, rendendolo sinonimo di approssimazione e mediocrità; imprigionandolo nell’umano, troppo “umano”!  senso delle cose; in una gabbia frustrante da cui ogni vero artista vuole evadere e fuggire verso il suo mondo ideale. Aimart è quel mondo, è proprio quel luogo!

È qualcosa che con inattaccabile onestà oltrepassa i confini del significato stesso della parola “arte” e trova in essa ciò che un artista ha sempre cercato: l’espressione dell’estro, di quell’energia vitale che pulsa nella propria sensibilità e che esige di raccontare il mistero che è chiuso nell’anima attraverso la musica, il teatro, la danza, il cinema.

La Biblioteca

La Biblioteca, presente all’ Anagrafe delle Biblioteche Italiane, con codice  ISIL IT-RM2042, la cui scheda è consultabile al link seguente http://anagrafe.iccu.sbn.it/isil/IT-RM2042,

fa parte del Polo della Discoteca di Stato – Istituto Centrale per i Beni Sonori ed Audiovisivi, e partecipa alla catalogazione in SBN-Servizio Bibliotecario Nazionale tramite l’applicativo SBNweb, realizzato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, e gestito dall’ICCU, Istituto Centrale per il Catalogo Unico. Oltre agli orari di apertura indicati nella su citata scheda anagrafica della Biblioteca (lunedì/ mercoledì/ venerdì ore 10-13), il materiale librario, audio e audiovisivo è a disposizione di tutti gli studiosi  interessati nelle seguenti modalità: tramite richiesta di appuntamento via mail o telefono per l’utenza esterna; senza limiti orari e su necessità per gli studenti e i docenti AIMART. I giorni e i  periodi di chiusura della Biblioteca sono gli stessi di quelli delle lezioni, come indicato nel Calendario Didattico.

A disposizione di tutti i lettori, inoltre, è la sala di consultazione con libreria a scaffali aperti, oltre a un computer per consultazioni e a una fotocopiatrice a colori per eventuali richieste di fotocopie. Non è previsto prestito librario. È attivo un abbonamento continuativo alla rivista musicale specializzata Suonare news.

Patrimonio Librario e Artistico

La Biblioteca, in corso di inventariazione e di catalogazione, è costituita per la quasi totalità da un fondo, in ottimo stato di conservazione, proveniente da una donazione della famiglia del musicista Helmut Reichel, direttore d’orchestra svizzero vissuto nel XX secolo a Zurigo, città dove operò a lungo e con brillanti risultati anche come organista, docente di pianoforte, fondatore e direttore del coro Zürcher Bachkantorei, distintosi per esecuzioni con vari organici il cui elevato livello artistico è testimoniato anche dall’incisione discografica di musica sacra di Johann Sebastian Bach e di Anton Bruckner. Data la provenienza, il patrimonio librario e artistico del fondo consta di oltre mille tra spartiti e partiture musicali, complete delle relative parti. Messe, sinfonie, Concerti, Quartetti dei principali compositori tra XVIII e XX secolo, da Vivaldi, Mozart, Beethoven a Schubert e Dvorak, solo per citarne alcuni, a cui si aggiunge una cospicua quantità di spartiti per strumento solista (in particolare per Pianoforte, Violino, Violoncello, Organo) e di musica da camera con pianoforte e senza (duo, trii, etc.)uartetti pretQ.  A completamento della sezione musicale, vi sono Enciclopedie e Dizionari musicali italiani (Dizionario Enciclopedico Universale della Musica e dei Musicisti, l’Enciclopedia Storica diretta da L. Gatti e la Storia dell’opera a cura di G. Barblan e A. Basso, oltre a quella di Leibowitz) oltre a alcune monografie di interesse musicologico, quali ad esempio la Storia della Musica curata da F. Abbiati e Zanetti. Oltre al fondo Reichel, una importante sezione è quella costituita dai CD, oltre 500 di interesse musicale che spaziano su vari generi, dal Barocco ai giorni nostri. Più limitata per quantità, la sezione dei DVD di opere liriche, a cui vanno aggiunti altri DVD di interesse cinematografico. A completamento della sezione riservata al  materiale documentario su supporto sonoro annoveriamo la raccolta di vinili, circa 100 di vario genere musicale. Notevole, per ampiezza, la sezione riservata alle monografie di arte: circa 500 volumi, tra cui non mancano esemplari di pregio, inerenti protagonisti dell’arte contemporanea.

La Sede

Corso Vittorio Emanuele II, 209
00186 – ROMA (RM)

Tel 06.68805439
Cell +39 335.5266507

e-mail: info@aimart.it
Pec: pianetarte@legalmail.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *