Gianluca Terranova

Gianluca Terranova

Gianluca Terranova

Canto

Diplomato in pianoforte, si è poi dedicato allo studio del canto lirico affermandosi in vari concorsi, fra i quali il “Riccardo Zandonai” di Rovereto.

Dopo il debutto a Roma ne Il barbiere di Siviglia, ricordiamo Madama Butterfly  (Pinkerton) e Nabucco (Ismaele) nei Teatri del Circuito Lombardo diretto da Nicola Luisotti;  Les contes d’Hoffmann al Comunale di Treviso per la direzione di Peter Maag e Gina di Cilea al Teatro dell’Opera di Roma (incisa per l’etichetta Bongiovanni) diretta da Christopher Franklin.

Nel 2008 ha conquistato pubblico e critica nel Rigoletto dell’Arena di Verona (sotto la direzione di Renato Palumbo) dove si è segnalato come uno degli interpreti più interessanti del panorama attuale per il Duca di Mantova. Grazie a questo stesso ruolo è stato poi invitato al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino e ha debuttato al Teatro alla Scala di Milano e all’Opera di Los Angeles (diretto da James Conlon).

Come Rodolfo ne La bohème è già stato ospite del Teatro Comunale di Firenze, del Comunale di Bologna, del Massimo di Palermo, del Regio di Torino, dell’Opera di Francoforte, del Festival Puccini di Torre del Lago e del Grand Theatre di Shangai. Altri ruoli per cui è particolarmente richiesto sono Edgardo in Lucia di Lammermoor (a Firenze, Francoforte, Avenches, Torino e Venezia le sue ultime interpretazioni di quest’opera), Alfredo ne La traviata (Verona, Venezia e Napoli) e Tonio ne La figlia del reggimento (a Trieste nella versione originale francese, mentre nel Circuito Lombardo in quella italiana).

Nel 2010 ha debuttato con grande successo di critica e di pubblico il ruolo del titolo nel Roberto Devereux al Teatro dell’Opera di Roma. Ha poi cantato Rigoletto alla Los Angeles Opera e al Teatro Regio di Torino, La Bohème e Lucia di Lammermoor al Teatro La Fenice di Venezia.

La stagione 2011/12 ha incluso La traviata a Venezia, Rigoletto a Tenerife e il debutto nel ruolo di Arturo Talbo ne I Puritani presso il Circuito Lirico Lombardo. Inoltre, ha cantato il ruolo di Faust ne La Damnation de Faust a Palermo sotto la direzione di Roberto Abbado e la regia di Terry Gilliam e ha interpretato il ruolo di Edgardo in Lucia di Lammermoor in scena al San Carlo di Napoli con la regia di Gianni Amelio ed è stato Rodolfo ne La Bohème al Teatro La Fenice di Venezia. Particolarmente importante la sua partecipazione ne La Traviata allestita nell’ambito della prima edizione dell’evento internazionale “Opera on Sydney Harbour”, organizzato dall’Opera Australia.

Per la sua interpretazione del ruolo di Alfredo è stato nominato per il premio ‘Helpmann award’, quale migliore artista maschile. Nell’ultima stagione ha interpretato Rigoletto al Teatro La Fenice di Venezia, La traviata ad Hong Kong, Lucia di Lammermoor a Jesi, ancora La bohème a Sydney.

Si segnala, inoltre, la partecipazione come attore protagonista di “Caruso, La voce dell’amore” con Vanessa Incontrada per la regia di Stefano Reali (autunno 2012), film Rai che ha avuto un successo mondiale e che ha fatto di Gianluca Terranova uno dei tenori più amati dal pubblico internazionale.

Il 2013 lo ha visto debuttare ne “La Boheme” al Concertgebouw di Amsterdam, all’ Opera di Lipsia ne La Traviata, al Wielkj Theatre di Warsavia e all’Arena di Verona nel Rigoletto, quest’ultimo diretto da  R. Frizza. In autunno al Regio di Torino debutta nel ruolo di Gabriele Adorno nel Simon Boccanegra di G. Verdi diretto da G. Noseda. L’eco del successo in questo nuovo ruolo “verdiano” arriva al Maestro Gelmetti che lo vuole in due produzioni verdiane appunto, al Verdi di Trieste: Messa da Requiem e Un Ballo in Maschera che apre la nuova stagione lirica del teatro triestino. Il 2014 lo vede protagonista all’Opera Australia in 20 recite di Rigoletto dirette da R. Palumbo a queste seguiranno altre 5 al Teatro dell’Opera di Roma dove si conferma Duca di Mantova di alto rilievo stilistico, vocale e interpretativo.

Il 2015 lo vede debuttare al Carlo Felice di Genova in Lucia di Lammermoor di G. Donizetti, qualcuno lo paragona ai grandi del passato, altri ne esaltano la bellezza vocale e il gusto musicale. Torna ad interpretare il Duca al Teatro Reale della Wallonia a Liegi sempre diretto da Palumbo e accanto al celebre baritono Leo Nucci, successivamente interpreta La Boheme al Festival estivo Grange Park, suo debutto in Inghilterra. Con La Boheme arriva anche al San Carlo di Napoli dove il pubblico e la critica riconoscono in lui doti di “trascinatore” complice la popolarità che ha raggiunto dopo il film Caruso, ricordiamo che questo film, ha superato i record di ascolto del 2012 (6 milioni di telespettatori solo in Italia e altri 3milioni nel mondo). Il “suo” Rodolfo arriva anche negli Stati Uniti dove il pubblico gli regala ogni sera una standing ovation, la critica lo consacra “Artista di primo livello” e i grandi di teatri americani cominciano ad interessarsi seriamente a lui.

Torna in Italia e conquista definitivamente pubblico e critica nel Simon Boccanegra di G. Verdi a Genova diretto da S. Ranzani, dove sfoggia una piena maturità tecnico-vocale che potrà esibire nella prossima stagione in occasione del debutto assoluto nel Don Carlo di Verdi (Deutsche Oper am Rehin-versione Italiana in 4 atti per la regia di Guy Joosten) e nella Norma di Bellini (Essen Opera nuova produzione). In questo anno ritorna a Liegi alla Royal opera de Wallonie in La Boheme ottenendo un trionfo. Tra gli altri prossimi debutti da segnalare il suo debutto in Giappone al New National Theatre di Tokyo ne La Boheme di Puccini.

Negli anni successivi è un susseguirsi di debutti e trionfi di pubblico e critica, la sua tecnica vocale viene ammirata e riconosciuta da tutti e gli consente di spaziare da un ruolo all’altro, in Norma, Don Carlo e Aida viene apprezzato dal direttore artistico della Royal Opera House di Londra che lo scrittura per la stagione 2020 in Madama Butterly.

Deutsche Oper am Rhein – Don Carlo

En-The entire audience loved his superb voice. His timbre, its warmth and a generous production of sound, always issued consistently, gave the weight of the “Hero” at the title role Don Carlo (designed by the director as psychopath).
DE- lieb seine Prachtstimme strömen. Klangfarbe, Wärme und eine gleichbleibende, schöne Tonproduktion gaben dem Titelhelden Don Carlo (Vom Regisseur als Psychopathen gezeichnet) Gewicht
ITA- L’intero pubblico ha amato la sua voce superba. Il suo Timbro, il suo calore e una generosa produzione di suono sempre emesso in modo coerente ha dato il peso di Eroe al ruolo titolo Don Carlo (Disegnato dal regista come psicopatico).

ESSEN AALTO THEATRE – NORMA

http://operalounge.de/features/musikszene-festivals/akustisches-fest-fuer-vincenzo
Ihren (Ex)lover und ideologischen Widersacher Pollione gibt Gianluca Terranova als Machoschwein mit Grandezza, also genau so, wie Bellini und sein Librettist Felice Romani sich den stolzen Römer vermutlich vorgestellt haben. Mit viel Metall in der Stimme schmettert er seine Auftrittsarie, schmiert das hohe C zwar ein wenig in Position, singt aber sicher und unangefochten. Warum die Frauen im Feindesland ihm im Plural verfallen, macht er allerdings ebenso deutlich und umgarnt Adalgisa im Duett mit fein dosiertem Tenorschmelz. Als Adalgisa gibt Bettina Ranch einen sehr überzeugenden Einstand im Ense
In (ex) lover and ideological adversaries Pollione are Gianluca Terranova as a macho pig with grandeur, so exactly as Bellini and his librettist Felice Romani have the proud Romans probably imagined. With a lot of metal in his voice he smashes his entrance aria, the high C lubricates Although somewhat in position, but sings safe and unchallenged. Why women in enemy territory forfeited to him in the plural, it does, however, equally clear and ensnared Adalgisa duet with fine dose Tenor melting”

Gianluca Terranova davvero impressionante. Ha convinto con una voce forte e una forte presenza scenica.
DALLAS OPERA – MADAMA BUTTERFLY

1 HUFFINGTON POST 
https://www.google.it/amp/m.huffpost.com/us/entry/us_58c4ac42e4b0c3276fb785cb/amp
Rome-born tenor Gianluca Terranova sings the part of Officer B.F. Pinkerton, in his native language – adding ease and richness to the drama. While not quite the physically tall and gangly officer one could fathom in a crisp uniform, he nevertheless amplifies his sorrow with a majestic muscle voice.

ARENA DI VERONA – RIGOLETTO Prima Rappresentaione 1 LUGLIO 2017 

RIGOLETTO MONUMENTALE LA STELLA DI TERRANOVA FA EMOZIONARE L’ARENA. (TITOLO)

ARENA DI VERONA – MADAMA BUTTERFLY Ottima la prestazione del Tenore Terranova che sa recitare e muoversi con disinvoltura, così come, nello spaziare in orizzonti di molteplici titoli.

7 LUGLIO 2017 Concerto Essen Wdr TV national Deutschland

attualmente Gianluca Terranova: il timbro immagine perfetta e la facilità del suo canto ricorda il mitico Pavarotti.”

TEATRO PAVAROTTI MODENA – IL TROVATORE

“Gianluca Terranova presenta un Manrico partecipe, giovanile così come nello spirito del personaggio, pulito nella linea vocale e – finalmente – squillante. Troppo spesso si è dimenticato che la prima caratteristica della categoria tenorile sia quella della nitidezza e della sicurezza del registro acuto, doti che invece Gianluca Terranova ha esposto con generosità, ma senza quello sfoggio edonistico fine a se stesso talvolta fastidioso.”

 2018

 DEUTSCHE OPER AM RHEIN – MARIA STUARDA

Die Schwächen der beiden Protagonistinnen nutze Gianluca Terranova, um die eher undankbare Partie des Grafen von Leicester – Bardari hat Schillers Leicester und Mortimer kurzerhand zu einer Figur verquirlt – in den Mittelpunkt zu rücken. Sein sprachliches und stilistisches „Heimspiel“ gewann Terranova mit Aplomb, servierte Donizettis affektsatte Kantilenen mit saftig-sinnlicher Tenorglut und mediterraner Klangpracht. Darstellerisch füllte er die von der Nicht-Regie gebotenen Freiräume mit einer perfekten Demonstration sämtlicher erdenklichen Tenor-Klischees
Trad.
Le due regine protagoniste sono i punti deboli della regia che si serve di Gianluca Terranova, la parte piuttosto ingrato del conte di Leicester – La sua “home game” linguistica e stilistica ha vinto Terranova con Aplomb, ha servito la scrittura di Donizetti con un tenero bagliore e uno splendore del suono mediterraneo. Ha riempito gli spazi aperti offerti dal non-regista con una perfetta dimostrazione di tutti i cliché del tenore immaginabili.

 OPER DE DIJON – SIMON BOCCANEGRA

“Gianluca Terranova frappait par la vigueur éclatante d’une voix solaire aux aigus orgueilleux.”

 “Gianluca Terranova colpisce col vigore abbagliante di un’orgogliosa voce solare e acuta.”

 OPERA ATLANTA – CARMEN

Gianluca Terranova fa il suo debutto nel ruolo di Don José, il potente tenore trasmette le passioni forti e incontrollabili del personaggio, mentre il suo stile recitazione mette in risalto la timidezza del personaggio, la sua colpa e la sua ossequiosità verso Carmen, una combinazione efficace e drammatica: il suo Don José può immaginare che la sua timidezza sia la stessa della tenerezza, ma la Carmen di Abrahamyan trova la sua convenzionalità e incertezza un punto di fastidio. Tutto sommato, i protagonisti creano un insieme di circostanze drammatiche davvero credibili che si presentano in modi interessanti in varie scene e arie, come ad esempio la “Canzone dei fiori” di Terranova.

ESCORIAL MADRID – MESSA PUCCINI

Orquesta Sinfónica de RTVE;

Conductor Miguel Ángel Gómez Martínez;

SYDNEY OPERA HOUSE – RIGOLETTO

OPERA DE LORRAINE NANCY – AIDA

WIEN STAATSOPER – LA BOHEME

TRIESTE VERDI – AIDA 2019

CHINA – XI’AN

Tv National for NEW YEAR CONCERT 20I9

CHINA – SCHENZEN – NEW YEAR CONCERT 2019

SUD COREA – SEOUL – NEW YEAR CONCERT 2020

GENOVA CARLO FELICE – ADRIANA LECOUVREUR 2020

USA  – ATLANTA OPERA – MADAMA BUTTERFLY 2020

ROYAL OPERA HOUSE LONDON- MADAMA BUTTERLFY 2020

GREEK NATIONAL OPERA – MADAMA BUTTERFLY 2020

GENOVA CARLO FELICE – I PAGLIACCI 2020

EXTRA TV/CD

CONCERT – WDR TV NATIONAL DEUTSCHELAND – 2017

AAlto Theatre Philarmonie – Dirigent Tomas Netopil

CD – RECITAL – WARNER CLASSIC – 2015

Sergio La Stella al Pianoforte

CD – TERRANOVA CANTA CARUSO – EMI CLASSIC 2012

Orchestra della Fondazione Arena di Verona

MOVIE  “CARUSO” RAI UNO 2012 RAI UNO

Miglior attore protagonista e miglior fiction dell’anno.

PORTA A PORTA – 2012 RAI UNO

Ospite principale della trasmissione condotta da Bruno Vespa

TI LASCIO UNA CANZONE – 2012  RAI UNO

Ospite in prima serata di Antonella Clerici

PREMIO ENRICO CARUSO – 2011 RAI UNO

Ospite in prima serata

PREMIO ENRICO CARUSO – 2010 RAI UNO

Ospite in prima serata

FESTIVAL DELLA CANONE ITALIANA 2009 RAI UNO

Ospite della prima serata di venerdi condotta da Paolo Bonolis

TI LASCIO UNA CANZONE – 2009 RAI UNO

Ospite in prima serata